AGCI Alto Adige Südtirol
FACEBOOK    YOUTUBE
 
Per accedere all' area riservata è neccessario essere iscritti ed aver effettuato il login.
Se non sei ancora iscritto, registrati qui...


 
CERTIQUALITY

PRESENTATO IL PRONTUARIO DELLA COOPERATIVA

PRESENTATO IL PRONTUARIO DELLA COOPERATIVA

20/07/2012 | PRESENTATO IL PRONTUARIO DELLA COOPERATIVA IN OCCASIONE DELL'ASSEMBLEA ANNUALE DI AGCI ALTO ADIGE SÜDTIROL


In occasione dell'Assemblea Annuale dei Soci, che si è tenuta venerdì scorso, presso la prestigiosa sala convegni della Camera di Commercio di Bolzano, è stato presentato:

"IL PRONTUARIO DELLA COOPERATIVA"
Uno strumento utile al fine di conoscere il funzionamento amministrativo, gestionale, societario e fiscale della società cooperativa

Erano presenti un centinaio di persone, l'assessore alla cooperazione Roberto Bizzo, il vicedirettore dell'Ufficio provinciale cooperative Fabrizio Ferrari, il vicepresidente nazionale di AGCI dott. Carlo Scarzanella. Non è potuto intervenire per problemi di salute il presidente nazionale Rosario Altieri, il quale sarà comunque a Bolzano entro fine mese per incontrare la locale centrale cooperativa e per confrontarsi con le autorità locali sugli sviluppi che si intendono perseguire nella gestione pubblica della cooperazione. Erano presenti pure rappresentanti di LegacoopBund, delle banche (Banca di Trento e Bolzano e Monte dei Paschi di Siena), docenti universitari e importanti esponenti di AGCI Veneto, Friuli ed Emilia Romagna.

Nella prima parte dell'Assemblea, dopo l'accurata esposizione da parte del direttore Fabrizio Tiego, è stato approvato il bilancio 2011, che ha visto un aumento del volume d'affari di circa il 40%. Sono state inoltre approvate le linee programmatiche per il 2012 e il relativo budget economico e finanziario.

Il direttore ha illustrato in breve i numeri del Bilancio Sociale per l'anno 2011, che confermano il lavoro svolto sino ad oggi da parte di AGCI.

In particolare è stato messo in evidenza il trend di crescita costante degli associati che sono passati dagli iniziali 11, agli attuali 71; gli associati rappresentano quasi la totalità dei settori, ad esclusione del settore agricolo e bancario. Il trend di crescita (40% nell'ultimo triennio) è in controtendenza rispetto all'economia in generale ed anche rispetto al resto del movimento cooperativo altoatesino (-3%).

Il presidente Giulio Clamer nella sua relazione introduttiva ha sottolineato il livello costante e deciso di crescita di AGCI Alto Adige Südtirol che, pur essendo ancora la più piccola fra le 4 centrali cooperative dell'Alto Adige, sta registrando un notevole aumento delle cooperative aderenti giunte a 71, con oltre 4.000 soci e 20 milioni di Euro di fatturato, ma con la sicura prospettiva di arrivare a breve al traguardo delle 100 cooperative. Il presidente Clamer ha sottolineato che l'adesione di 20 cooperative nel solo ultimo anno si è realizzata grazie alla politica di Agci di assistenza puntuale alle nuove cooperative, di massimo contenimento dei prezzi, di messa in rete dei servizi. Clamer ha ancora precisato che AGCI costituisce una nuova cooperativa, in particolare quelle edilizie, solo quando si profilano sicure condizioni di operatività, evitando di far pagare ai soci inutilmente per lunghi periodi quote di adesione.

Nella seconda parte dell'incontro, il vicedirettore Nicola Grosso ha relazionato in merito al nuovo strumento operativo che AGCI ha voluto predisporre:

"IL PRONTUARIO DELLA COOPERATIVA"

Il prontuario è stato curato dallo stesso vicedirettore che ha spiegato i motivi per cui è stato realizzato, gli obiettivi, il contenuto e i destinatari.

Il prontuario è stato fortemente voluto per fornire in maniera esaustiva informazioni sul corretto inquadramento e funzionamento della società cooperativa, sotto i seguenti aspetti: gestionale, amministrativo, societario e fiscale ed è diretto a tutti i neocooperatori, gli addetti ai lavori (amministratori, dirigenti, sindaci, soci delle cooperative e i revisori), ma non solo, anche a molte aziende che si vogliono trasformare in cooperativa.

Il "PRONTUARIO DELLA COOPERATIVA" è stato strutturato in 2 parti.

Una prima parte concernente le disposizioni di carattere societario, amministrativo, di governance e di controllo specifico delle società cooperative (scopo, oggetto, statuto, omologazione, capitale, tipologie di soci, fondi mutualistici....) con particolare riguardo allo scopo e ai vari tipi di mutualità, nonché agli aspetti concernenti la vigilanza delle cooperative, di cui alla L.R. 05/08.

Nella seconda parte del prontuario, abbiamo voluto porre l'accento sugli aspetti fiscali propri delle società cooperative, fornendo una serie di informazioni utili per quanto concerne i diversi regimi fiscali di tassazione delle diverse tipologie di cooperative, con una comparazione prima e dopo gli effetti della manovra fiscale "manovra d'estate" (D.L. 138/2011 - convertito nella L. 148/11).

Il documento in questione è stato realizzato anche con il contributo dell'Ufficio delle Cooperative della Provincia Autonoma di Bolzano.

Nel corso dell'ultimo anno AGCI ha pubblicato diversi strumenti di conoscenza e di assistenza alle cooperative (sia cartacei che virtuali), in particolare la brochure per i servizi tecnici in ambito di edilizia, all'interno dello "Sportello - Obiettivo Casa" e lo sportello WEB per la promozione e lo sviluppo di cooperative "Sportello - Ideacoop".

Sempre nella seconda parte dell'incontro, sono stati presentati, da parte del presidente, i molteplici progetti di largo respiro che AGCI sta curando, alcuni anche in collaborazione con le centrali AGCI del Veneto. I progetti riguardano in primo luogo la formazione dei soci e delle cooperative, la promozione nella scuola, quest'anno svolta con grande efficacia e partecipazione di classi, la vigilanza sulle cooperative, lo sviluppo di servizi integrati a livello interregionale, la promozione e formazione di immigrati, donne, over 50 nell'ambito del FSE, lo sviluppo di una nuova politica cooperativistica in campo edilizio che privilegi il costo contenuto per l'acquisizione delle case e insieme il risparmio da parte dell'ente pubblico, sostituendo dove possibile il concetto di proprietà con quello del diritto di superficie. Progetti lungimiranti sono pure quelli che prevedono nuove impostazioni sperimentali di alto livello, in collaborazione con l'Università e la Provincia per risolvere efficacemente il problema dell'acquisizione del bilinguismo sul lavoro, specie nel settore della sanità. Sono stati esposti inoltre nuovi progetti sulla cooperazione di consumo (acquisti on-line di prodotti alimentari recapitati a domicilio) e tributato particolare plauso al lavoro della Famiglia Cooperativa di Bronzolo che raggiunge nel 2012 il traguardo dei 90 anni.

Il presidente Clamer ha quindi ricordato il lavoro svolto nell'ambito del "C.P.C.S." (Comitato Paritetico della Cooperazione Sociale) per il tavolo di concertazione sul rinnovo del contratto di lavoro dei dipendenti delle cooperative sociali (contrattazione dei secondo livello) dove riveste quest'anno il turno di presidenza e l'impegno per la definizione, insieme alle centrali cooperative, delle clausole sociali utili all'applicazione del nuovo articolo della finanziaria che assegna il diritto all'assegnazione del 2% degli appalti degli enti pubblici al settore delle cooperative sociali, nonché l'osservatorio permanente delle cooperative sociali.

L'Assessore provinciale alla cooperazione, il dott. Roberto Bizzo nel suo intervento ha elogiato Agci Alto Adige Südtirol sostenendone l'importanza nell'ambito del sistema cooperativo provinciale. Bizzo ha sostenuto che "le macerie fisiche sono spesso conseguenza i quelle morali, mentre i riferimenti alla cooperazione e alla solidarietà sono lo strumento per uscire dalla crisi. Vogliamo che la cooperazione entri in tutti i settori in modo trasversale. Questo è il motivo per cui abbiamo inserito un articolo nella legge finanziaria provinciale, affinché per almeno il 2% degli appalti pubblici della Provincia e dei suoi enti e società sottostanti sarà obbligatorio inserire clausole sociali nei capitolati".

A sua volta il vicepresidente nazionale, dott. Carlo Scarzanella ha evidenziato il buon lavoro di AGCI Alto Adige Südtirol che la sede nazionale intende seguire e sostenere, anche con i nuovi strumenti del credito cooperativo istituiti a livello nazionale (Banca AGCI e CONSEF). Ha sostenuto il valore di una buona collaborazione fra centrali, in vista di una prospettiva di alleanza, basata peraltro su regole di equa valorizzazione e pari dignità di tutte le componenti, un alleanza quindi da costruire dal basso, non da impostare astrattamente, chiedendo massima collaborazione all'Ente pubblico. Al proposito ha annunciato che il presidente Altieri sarà presente nelle prossime settimane anche per trattare con l'Assessorato provinciale i temi cogenti sulla cooperazione.

Il presidente Clamer ha concluso ispirandosi al messaggio del Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano in occasione della manifestazione a Roma per il 2012 - Anno Internazionale delle Cooperative (05/07/2012), cui anche A.G.C.I. Alto Adige Südtirol ha partecipato, ricordando che la cooperazione è un bene comune protetto dall'art. 45 della Costituzione e, come affermato da Pauline Green (Presidente dell'Alleanza Internazionale della Cooperazione), ha sostenuto che l'ente pubblico deve assicurare e salvaguardare il giusto spazio per tutte le espressioni autentiche della cooperazione.