AGCI Alto Adige Südtirol
FACEBOOK    YOUTUBE
 
Per accedere all' area riservata è neccessario essere iscritti ed aver effettuato il login.
Se non sei ancora iscritto, registrati qui...


 
CERTIQUALITY

CLAUSOLE SOCIALI NEGLI APPALTI PUBBLICI

CLAUSOLE SOCIALI NEGLI APPALTI PUBBLICI

04/10/2011 | Clausole sociali negli appalti pubblici - Incontro assessori Bizzo e Mussner con le 4 centrali cooperative cooperative


In sede di appalti pubblici oltre ai criteri di aggiudicazione all'offerta economica più vantaggiosa sarebbe opportuno applicare le "clausole sociali". Ne sono convinti gli assessori provinciali Roberto Bizzo (cooperative) e Florian Mussner (lavori pubblici) che nel pomeriggio di oggi, martedì 4 ottobre 2011, hanno avuto un incontro con i rappresentanti delle associazioni di rappresentanza del mondo della cooperazione LegaCoopBund, A.G.C.I. Alto Adige Südtirol, Federazione Raiffeisen, e FederSolidarietà.

Soddisfatti gli assessori provinciali Roberto Bizzo (cooperative) e Florian Mussner (lavori pubblici) sullo svolgimento dei colloqui avvenuti durante l'incontro con i rappresentanti delle associazioni di rappresentanza del mondo della cooperazione LegaCoopBund, A.G.C.I. Alto Adige Südtirol, Federazione Raiffeisen, e FederSolidarietà.

Le "clausole sociali" consentirebbero l'inserimento di persone svantaggiate (dalle persone con disabilità fisiche e psichiche, ai giovani con difficoltà di inserimento fino a persone sottoposte a misure alternative alla detenzione). In tal modo si attribuisce un valore sociale alla spesa della pubblica amministrazione ottenendo nel contempo un risparmio in termini di costi sociali.

L'assessore provinciale alle cooperative, alle pari opportunità e al lavoro Roberto Bizzo ha sottolineato come sia importante giungere ad un nuovo modo di concepire il "patto sociale" sempre più nella direzione di una reciproca assunzione di responsabilità. "Sono convinto che solo superando le tradizionali posizioni delle parti sociali si possa garantire uno sviluppo prospero e sostenibile alla nostra terra e ai suoi abitanti." Come ha fatto presente l'assessore provinciale Florian Mussner, bisogna verificare in che modo possano essere sostenute le cooperative sociali nell'inserimento nel mercato del lavoro di persone che normalmente ne sono escluse, soprattutto di giovani.

Per individuare le modalità di applicazione delle clausole sociali e giungere a misure concrete è stato istituito un gruppo di lavoro tecnico in cui sono rappresentate cinque Ripartizioni provinciali (cooperative, sociale, lavoro, affari comunitari, lavori pubblici) che collaborano con le centrali cooperative.

Accanto agli assessori provinciali Bizzo e Mussner erano presenti all'incontro Georg Tengler e Manuela Paulmichl, direttori rispettivamente dell'Ufficio appalti e dell'Ufficio sviluppo della cooperazione, Alberto Stenico, presidente di LegaCoopBund, Giulio Clamer e Nicola Grosso, rispettivamente presidente e vicedirettore di A.G.C.I. Alto Adige Südtirol, Christian Tanner di Federazione Raiffeisen e Paolo Tanesini, presidente di FederSolidarietà.