AGCI Alto Adige Südtirol
FACEBOOK    YOUTUBE
 
Per accedere all' area riservata è neccessario essere iscritti ed aver effettuato il login.
Se non sei ancora iscritto, registrati qui...


 
CERTIQUALITY

Nuovi criteri di incentivazione dell'imprenditoria femminile

Nuovi criteri di incentivazione dell'imprenditoria femminile

20/06/11 | NUOVI CRITERI DI INCENTIVAZIONE DELL'IMPRENDITORIA FEMMINILE


Lunedì 20 giugno 2011, alle ore 15.00, presso la Sala riunioni, al 5° piano del Dipartimento all'innovazione, informatica, lavoro, cooperative e finanze, in piazza Università 3 a Bolzano, l'assessore provinciale Roberto Bizzo ed i funzionari dell'Ufficio sviluppo della cooperazione, hanno illustrato i nuovi criteri di incentivazione dell'imprenditoria femminile.

Il 6 giugno 2011 la Giunta provinciale ha approvato i nuovi criteri di applicazione per la concessione di agevolazioni a favore dell'imprenditoria femminile (delibera n. 904/2011).

È fin dal 2005 che la Provincia bandisce concorsi triennali per promuovere lo sviluppo di modelli organizzativi innovativi e la qualificazione professionale delle donne imprenditrici. Come sottlinea l'assessore provinciale Roberto Bizzo, le istituzioni devono avere un ruolo forte nel favorire la crescita dell'imprenditoria femminile, un settore aumentato in modo sostanziale negli ultimi anni ed in grado di contribuire all'incremento della presenza femminile sul mercato del lavoro.

È prevista la concessione di contributi a fondo perduto per promuovere lo sviluppo dell'imprenditoria femminile, con particolare attenzione alla creazione d'impresa, a modelli imprenditoriali innovativi nonché alla qualificazione professionale delle donne imprenditrici, per garantire una partecipazione sempre più attiva e qualificata delle donne al mercato del lavoro.

Chi puó fare domanda?

Possono accedere alle agevolazioni previste dai criteri le piccole imprese a maggioranza di partecipazione femminile, che operano nei settori del turismo, dell'artigianato, dell'industria, del commercio e dei servizi, quali:

• Imprese individuali (la titolare deve essere una donna);

• Società di persone (min. 60 % dei soci devono essere donne, nel caso di società in accomandita semplice min. 60 % dei soci accomandatari devono essere donne);

• Società di capitali e società cooperative (almeno 2/3 del capitale deve spettare a donne almeno 2/3 dei componenti degli organi di amministrazione devono essere donne);

• Le libere professioniste/lavoratrici autonome, operanti anche in forma di studio associato e in possesso di partita IVA.

Le imprese richiedenti devono essere iscritte al registro delle imprese della Camera di Commercio di Bolzano ed avere in Provincia di Bolzano la sede legale o dell'unità produttiva cui si riferisce l'iniziativa.

Per quali iniziative/progetti è previsto il finanziamento?

Sono ammesse ad agevolazione le spese riguardanti le seguenti iniziative:

• Creazione di impresa (start up);

• Nuova attività libero-professionale;

• Rilevamento d'azienda e successione d'impresa;

(queste attività non devono essere avviate da più di 24 mesi antecedenti la presentazione della domanda)

• Progetti innovativi;

• Formazione;

• Consulenza e tutoraggio dell'attività imprenditoriale.

Che cosa viene agevolato?

Spese ammissibili a contributo:

• Per investimenti aziendali (quali acquisto di impianti, macchinari, attrezzature e arredi di nuova fabbricazione, acquisto di brevetti, licenze, hardware e software) da un minimo di € 3.500,00 fino ad un massimo di € 200.000,00.-;

• Per acquisto del primo automezzo, solo per agenti di commercio e venditrici ambulanti;

• Per allestimento website in caso di creazione di nuova impresa (start up);

• Per servizi di consulenza, per il tutoraggio dell'attività imprenditoriale nonché per formazione da un minimo di € 1.000,00 fino ad un massimo di € 40.000,00-.

ATTENZIONE: le domande di contributo devono essere consegnate prima dell'avvio dell'investimento o dell'iniziativa, pena il rigetto della stessa. Per "avvio" s'intende il primo impegno vincolante ad acquistare beni o servizi (p.e. contratti preliminari o fatture d'acconto).

A quanto ammonta la percentuale di contributo?

Per investimenti aziendali è concesso un contributo a fondo perduto tra il 25 % e il 40 % della spesa ammessa.

Per l'acquisizione di servizi di consulenza e il tutoraggio dell'attività imprenditoriale nonché per la formazione è concesso un contributo a fondo perduto fino all'80 % della spesa ammessa.

Quando e dove si può presentare la domanda di contributo?

Le domande di contributo possono essere presentate entro e non oltre il 30 settembre 2011, ore 12.00, all'Ufficio sviluppo della cooperazione, Via Raiffeisen 5 - 39100 Bolzano, utilizzando l'apposito modulo, che contiene tutte le indicazioni necessarie con il richiamo alle regole dei criteri e l'elencazione degli allegati da produrre.

Le domande verranno trattate e portate a decisione secondo l'ordine cronologico di arrivo e comunque fino ad esaurimento dei fondi disponibili.

Quali condizioni/vincoli sono da rispettare?

La maggioranza femminile nella compagine sociale deve permanere per almeno quattro anni dalla concessione del contributo.

È previsto il vincolo di non alienazione, cessione o cambiamento d‘uso dei beni oggetto di agevolazione della durata di:

• 5 anni nel caso di brevetti;

• 3 anni nel caso di hardware, software e beni mobili.

Per informazioni:

Chi desidera ottenere maggiori informazioni approfondite riguardo alla creazione di una impresa cooperartiva al femminile, può consultare il nostro Centro di Sviluppo Cooperativo.