AGCI Alto Adige Südtirol
FACEBOOK    YOUTUBE
 
Per accedere all' area riservata è neccessario essere iscritti ed aver effettuato il login.
Se non sei ancora iscritto, registrati qui...


 
CERTIQUALITY

Welfare to Work - contributi ai datori di lavoro per l'assunzione di collaboratori

Welfare to Work - contributi ai datori di lavoro per l'assunzione di collaboratori

17/02/2011 | Welfare to Work - contributi ai datori di lavoro per l'assunzione di collaboratori

Nel corso della conferenza stampa odierna l'assessore al lavoro, Roberto Bizzo, ha presentato l'azione di sistema denominata "Welfare to work" nel campo delle politiche per il re-impiego, sostenuta dal Fondo Sociale Europeo.

L'iniziativa presentata dall'assessore si propone di coinvolgere direttamente i datori di lavoro attivando una serie di misure e di incentivi (bonus assunzionali) per l'assunzione di lavoratori svantaggiati.


L'iniziativa prevede, a cura dell'Ufficio Servizio Lavoro e dei relativi Centri di mediazione lavoro (sedi di Bolzano, Egna, Merano, Silandro, Bressanone, Brunico, Vipiteno), una serie di servizi alle imprese: ricerca, preselezione e selezione del personale, consulenza normativa, attività informativa sul sistema di convenienze.

L'iniziativa è rivolta ai datori di lavoro che assumono lavoratori svantaggiati entro e non oltre il 30 novembre 2011, con contratto di lavoro a tempo indeterminato o determinato della durata di almeno 12 mesi.


Destinatari della misura di re-inserimento lavorativo sono persone disoccupate con un'età superiore a 50 anni che non sono iscritte nella lista di mobilità,o che hanno raggiunto il periodo massimo di iscrizione, persone disoccupate che dispongono di una certificazione sanitaria (es: tossicodipendenza), disoccupati di lunga durata con un periodo di disoccupazione inferiore a 24 mesi (oltre i 24 mesi sono già previsti degli incentivi all'assunzione).

Assunzioni di persone oltre 50 anni, di disoccupati di lunga durata o di persone che a causa del loro passato di carcerazione o di tossicodipendenza non riescono a reinserirsi nel mondo del lavoro possono essere agevolate con un contributo fino a 5.000 €.


Inoltre cittadini extracomunitari, persone appartenenti alle comunità Sinti e Rom che sono disoccupate da più di sei mesi, persone invalide con un'invalidità inferiore al 46 %, ex detenuti o carcerati, persone disoccupate da più di sei mesi provenienti da un settore economico, che negli ultimi 12 mesi prima della presentazione della domanda per l'incentivo all'assunzione, ha perso più dell'1% di persone occupate (in base alla rilevazione dell'Ufficio osservazione del mercato del lavoro), apprendisti che hanno interrotto il rapporto di apprendistato prima del conseguimento della qualifica, persone in reinserimento lavorativo (in particolare donne) a cui viene offerto un rapporto di lavoro part-time (pari o superiore al 50% rispetto all'orario a tempo pieno previsto dal relativo contratto collettivo).

I contributi sono previsti in caso di assunzione a tempo indeterminato o con contratto a termine con una durata di almeno dodici mesi. In caso di rapporto di lavoro a tempo parziale il contributo viene decurtato in proporzione all'orario ridotto.

I criteri per l'erogazione dei contributi sono stati disciplinati dalla Giunta provinciale con la delibera 31 gennaio 2011, n. 113 (pubblicata nel Bollettino della Regione in data 8 febbraio 2011).

Per questo tipo di intervento è previsto uno stanziamento complessivo di 500.000 Euro e le domande devono essere presentate entro il 30 novembre 2011.
Accedi alla modulistica e al servizio online