AGCI Alto Adige Südtirol
FACEBOOK    YOUTUBE
 
Per accedere all' area riservata è neccessario essere iscritti ed aver effettuato il login.
Se non sei ancora iscritto, registrati qui...


 
CERTIQUALITY

AUXILIA: CONSEGNA ATTESTATI DI BENEMERRENZA ALLE ASSISTENTI FAMIGLIARI

AUXILIA: CONSEGNA ATTESTATI DI BENEMERRENZA ALLE ASSISTENTI FAMIGLIARI

13/05/2015 | AUXILIA: CONSEGNA ATTESTATI DI BENEMERENZA ALLE ASSISTENTI FAMIGLIARI

In occasione della consegna di alcuni attestati di benemerenza alle assistenti che si sono distinte in questi anni per la competenza, qualità e affidabilità dimostrate nell'assistere le persone non autosufficienti, il Consorzio sociale Auxilia, insieme alla Centrale Cooperativa AGCI Alto Adige Südtirol, ha promosso un interessante incontro nel quale l'Assessora alle Politiche Sociali della Provincia di Bolzano dott.ssa Martha Stocker, le famiglie degli assistiti e le assistenti (badanti) hanno potuto confrontarsi sullo stato attuale del settore e soprattutto sulle sue prospettive future.Sul territorio della nostra Provincia oggi vi sono circa 5.500 badanti che assistono circa il 50% delle 11.000 persone non autosufficienti che non sono ricoverate in strutture, fornendo quindi un servizio essenziale per la tenuta dell'assistenza sociale sul nostro territorio.

In tale contesto il Consorzio Sociale Auxilia fornisce da alcuni anni un servizio innovativo che assiste e supporta le persone non autosufficienti e loro famiglie nell'assistenza non residenziale, cioè in tutti quei casi in cui non si opta per il ricovero della persona in una struttura ospedaliera od in una casa di riposo. Auxilia, è quindi intervenuta nel settore della cosiddetta assistenza domiciliare prestata dalle "badanti" con l'obiettivo di qualificare e soddisfare sia le esigenze dell'assistito, della sua famiglia e anche delle badanti stesse.

Il servizio oggi prestato dal consorzio sociale Auxilia, si qualifica per modalità organizzative innovative che consentono alle famiglie di essere aiutate e sollevate nella gestione degli aspetti burocratici ed allo stesso tempo di ottenere una assistenza garantita, anche 24 ore al giorno e 365 giorni all'anno, da personale selezionato, affiancato costantemente da professionisti che curano anche i delicati aspetti delle relazioni umane tra assistito e badante.

In un momento in cui stà aumentando l'esigenza di sicurezza e serenità a favore dei propri familiari anziani e non autosufficienti, di questo e soprattutto delle prospettive future si è discusso nel corso dell'incontro, al quale hanno partecipato sia le famiglie delle persone non autosufficienti, sia le assistenti famigliari, che hanno avuto l'occasione di confrontarsi con l'Assessora alle Politiche Sociale della Provincia Autonoma di Bolzano la dott.ssa Martha Stocker, nonché con il direttore dell'Ufficio Politiche Sociali della Provincia Autonoma di Bolzano, il dott. Luca Critelli.

L'Assessora, si è complimentata con gli operatori e la struttura tutta del consorzio Auxilia e soprattutto con le assistenti famigliari, che con grande professionalità ed impegno hanno garantito in questi anni un servizio ritenuto essenziale per la tenuta del welfare sociale della nostra provincia. Sempre l'Assessora ha ritenuto sottolineare che il progetto Auxilia è da considerare una delle best practice che dovrà essere maggiormente sviluppato nel prossimo futuro per divenire un sistema su tutto il territorio provinciale.

Sempre l'Assessore ha evidenziato l'importanza di poter considerare l'assistente famigliare, come una propria persona "a casa" e che per poter raggiungere su larga scala tale obiettivo è opportuno prevedere adeguati percorsi formativi anche di inserimento socio-ambientale, con particolare riguardo alle tradizioni del nostro territorio.

Il confronto è stato molto utile e apprezzato dai presenti che hanno potuto presentare le proprie visioni sull'attuale stato dei servizi esistenti e soprattutto discutere sulle possibili azioni di miglioramento che l'Amministrazione Provinciale potrà attuare nel prossimo periodo.

Al termine dell'incontro sono stati consegnati gli attestati di benemerenza a 13 assistenti famigliari provenienti da altrettanti paesi esteri, a dimostrazione di una positiva integrazione tra bisogni del nostro territorio e lavoratori provenienti dall'estero.