AGCI Alto Adige Südtirol
FACEBOOK    YOUTUBE
 
Per accedere all' area riservata è neccessario essere iscritti ed aver effettuato il login.
Se non sei ancora iscritto, registrati qui...


 
CERTIQUALITY

C.P.C.S. - Primi risutlati ad un anno dalla firma del protocollo di intesa tra Comune e C.P.C.S.

C.P.C.S. - Primi risutlati ad un anno dalla firma del protocollo di intesa tra Comune e C.P.C.S.

Presentati questa mattina, in municipo a Bolzano, i primi risultati ad un anno dalla firma del protocollo di intesa tra il Comune di Bolzano e le parti sociali che costituiscono il "Comitato Paritetico delle Cooperative Sociali" (A.G.C.I. Alto Adige Südtirol, Confcooperative, Federazione Cooperative Raiffesen, Lega provinciale Cooperative, ASGB, CGIL/AGB, CISL/ SGB UIL/SGK).

E' stato tracciato un primo bilancio sull'attività svolta e sui risultati anche numerici conseguiti.

L'intesa è nata è stato ricordato per offrire "un quadro di riferimento certo, continuità e sistematicità alle relazioni tra le parti firmatarie, valorizzando il metodo del confronto".

Il risultato di un lungo percorso avviato nel giugno del 2006. Con questo protocollo, il Comune di Bolzano ha riconosciuto nel comitato paritetico un interlocutore rappresentativo attestandone il ruolo contrattuale, impegnandosi ad un confronto preventivo nell'ambito della programmazione delle politiche del welfare cittadino e delle politiche attive del lavoro e di inclusione sociale, con particolare riferimento alla creazione di percorsi di inserimento lavorativo per la cooperazione sociale.

Contestualmente il comitato paritetico ha riconosciuto al Comune di Bolzano di aver assunto importanti scelte politiche strategiche, quali il Piano di Sviluppo, il Piano Sociale, i Piani di Settore, le clausole sociali da inserire nei capitolati d' appalto e affidamenti di servizi che valorizzano il ruolo delle organizzazioni private no profit nelle politiche di welfare. Un protocollo d'intesa che ha conferito un preciso ruolo alla cooperazione sociale e alle organizzazioni private no profit.

"Il bilancio - hanno confermato gli amministratori comunali intervenuti all'incontro ovvero il sindaco Luigi Spagnolli e gli assessori Silvano Baratta (Lavoro) e Patrizia Trincanato (Politiche Sociali) - non può che essere molto positivo". Dati alla mano infatti si evince che il rapporto tra Comune di Bolzano e coooperative sociali di tipo A e B è cresciuto dal 2006 al 2008 per quanto riguarda contributi, appalti e convenzioni, del 271,4%, addirittura del 533,3% quello della Seab e del 62,5% quello dell' ASSB con le cooperative.

L'auspicio è che questo tipo di rapporto possa continuare in maniera così profcua anche in futuro.